Caprarica di Lecce (Crapàrica in dialetto salentino; Κραπάρεκα, Krapàreka in griko)  è un Comune salentino di circa 2.420 abitanti. Sorge nel Salento centro-orientale e dista 12 km dal capoluogo di Provincia, 16 km dal Mare Adriatico e 32 km dal Mar Ionio.

Il Comune ha uno dei più alti tassi di anzianità a livello regionale, ed un basso tasso di natalità. Per queste ragioni l’Amministrazione Comunale ha inteso promuovere una politica attiva volta a garantire servizi di elevata qualità, spazi ed attenzioni per le famiglie, un dialogo costante con le medesime, forme di inclusione sociale e di sostegno con strumenti di bonus lavoro, incentivi fiscali, etc.

Sin dalle “Linee programmatiche” del 14.06.2016, l’Amministrazione Comunale ha posto l’attenzione sulla vivibilità del territorio, sull’importanza della famiglia quale elemento essenziale dello sviluppo del territorio, e sul recupero degli spazi destinati ai bambini. Il primo atto dell’Amministrazione è stato quello di istituire delle “cartoline di benvenuto” per ogni nuovo nato ed ogni nuovo residente nel Comune. L’Amministrazione Comunale ha voluto ribadire questo suo intendimento nel DUP – con una sezione espressamente dedicata alle “politiche della famiglia”.

 

Il territorio del Comune di Caprarica è particolarmente fertile. Questo ha consentito nei secoli lo sviluppo dell’agricoltura e dell’allevamento. L’attuale economia di Caprarica di Lecce si basa sulla coltivazione dell’ulivo e sulla produzione di olio extra vergine, sulla pastorizia, essenzialmente ovini, sull’industria alimentare e sulla frantumazione della pietra. Negli ultimi anni si è sviluppato considerevolmente il settore turistico.

L’Amministrazione ha inteso affrontare il tema della natalità e delle politiche della famiglia con un Consiglio Comunale aperto e pubblico – in cui sono stati invitati a partecipare tutti i portatori di interessi (scuola, famiglie, istituzioni, enti territoriali, CAF, etc.) – e da cui è emerso un percorso condiviso che l’Amministrazione sta portando avanti – mantenendo un coinvolgimento continuo con le famiglie, le associazioni locali e gli altri soggetti (Scuola, Parrocchia, etc.). L’Amministrazione Comunale ha intrapreso – infatti – una pluralità di incontri pubblici con le famiglie – portate a conoscenza tramite comunicazioni scritte, social, volantini e manifesti – per affrontare i temi di maggiore interesse per le medesime.

Coerentemente con quanto previsto nei documenti programmatici, l’Amministrazione ha disposto una serie di atti di natura amministrativa volti alla crescita delle famiglie, dei servizi alle medesime etc. In particolare – oltre alle somme trasferite all’Ambito Territoriale ed a quelle che, in base al Piano di Zona, sono state direttamente impegnate nelle politiche sociali, l’Amministrazione ha inteso promuovere le seguenti azioni:

    • Investimento nella manutenzione, nel recupero e nella messa in sicurezza delle scuole di ogni ordine (Nido, Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria e Secondaria di I grado), e realizzazione di una Biblioteca destinata esclusivamente alla fascia d’età 4-14 anni;
    • Investimento nella realizzazione e nel recupero di parchi e luogo di gioco per bambini;
    • Realizzazione di servizi di primario livello in termini di trasporto scolastico, mensa scolastica (con indicazione dell’uso di prodotti biologici e dove sono state acquistate stoviglie durevoli;
    • Avvio di una politica di sussidiarietà con le Associazioni locali per favorire attività connesse allo sport, alla musica, alle lingue straniere, attività laboratoriali per bambini e per mantenere “in forma” i meno giovani, secondo una politica sociale basata sull’accessibilità economica diffusa a tutta la popolazione. Inoltre l’Amministrazione ha realizzato iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento dei bambini verso temi importanti per la loro crescita: ecologia, corretta alimentazione, bullismo ed integrazione, educazione stradale, risparmio energetico, di avvicinamento ed il rispetto degli animali, etc.;
    • Il Comune ha avviato una serie di bonus alcuni di carattere economico per coloro che hanno perso il lavoro (20 euro al giorno a fronte di una attività di servizio civico per la comunità), di agevolazioni fiscali per le famiglie con bambini e per le neo coppie (per edilizia residenziale e per l’avvio di attività lavorative). A queste si aggiungono agevolazioni per luce e gas (con tariffe agevolate offerte dal gestore Camer Gas& Power);
    • L’Amministrazione Comunale ha altresì inteso promuovere i servizi di assistenza ad anziani ed a diversamente abili, sostenendo dei costi diretti (servizio mensa per anziani), avviando iniziative come il servizio civile con il progetto “Happy Days” che riguarda propriamente l’assistenza a persone della terza età, l’avvio del circolo della terza età e la progettazione di una struttura polivalente per anziani;
    • L’Amministrazione ha avviato il programma SPRAR – riferito esclusivamente a famiglie con bambini ed a famiglie monoparentali, gestito da ARCI Lecce, che sta promuovendo forme spontanee di integrazione e garantendo la continuità ed implementando i servizi collaterali alle famiglie, in particolare quelli legati alla scuola, perché – in tal modo – si è garantito dimensionamento e presenza degli istituti scolastici per i prossimi anni;
    • L’Amministrazione ha garantito che ogni evento del Comune è family friendly con uno spazio bambini dedicato, con laboratori e con attività pensate solo per i più piccoli, inoltre ogni anno si organizza un momento di festa dei bambini (la Notte dei balocchi) che è anche un’open day delle attività scolastiche, sportive, culturali e ricreative per bambini che si svolgono nel corso dell’anno a Caprarica, allo stesso tempo l’Amministrazione si è resa protagonista di alcune iniziative che hanno posto al centro i bambini ed il loro diritto al gioco, in particolare quello all’aria aperta;
    • Da ultimo, il Comune di Caprarica di Lecce è stato inserito tra le “Città che Legge” e finanziato per un progetto di coinvolgimento alla lettura ed alla scrittura dei bambini, che si integra con quello della Biblioteca di Cortile e di Campagna.

Da un punto di vista storico e culturale, Caprarica annovera una antica chiesa risalente al XIII-XIV secolo (a questo impianto appartengono diversi blocchi che conservano frammenti di affresco in stile bizantino recanti bellissime figure di santi e iscrizioni in greco); il palazzo baronale costruito dai Marchesi Giustiniani nei secoli XVII e XVIII, con una prima struttura fortificata risalente al periodo normanno (XII secolo), costituita da due torri, di cui una è tuttora visibile nel giardino del palazzo; la Chiesa del Crocifisso, eretta dal marchese Fabiano Giustiniani nel 1701 con un prospetto barocco e un campanile a vela.

Gli eventi culturali di maggior rilievo del territorio caprarese sono costituiti  da:

  • la Fiera di San Marco nella giornata del 25 Aprile con bancarelle di ogni tipo che espongono  prodotti artigianali e della tradizione culinaria salentina ed esposizione di animali;
  • la Fiera di Santa Lucia nella domenica successiva al 13 dicembre, occasione di inaugurazione del bellissimo presepe vivente sulla Serra di Caprarica e dell’accensione dell’albero in Piazza con canti natalizi e dolci della tradizione popolare;
  • Corti in Tavola, un’iniziativa che si svolge nelle tradizionali corti antiche del centro storico del paesino, dove è possibile degustare olii, vini e prodotti tipici della gastronomia salentina grazie al contributo dei ristoratori locali.

SEI STATO OSPITE DI QUESTA STRUTTURA? ESPRIMI IL TUO GIUDIZIO SUI SERVIZI DEDICATI ALLE FAMIGLIE: